Intervista autori

Intervista a Simona Bianchera

Simona si presenta così con un sorriso smagliante e con in mano il suo libro d’esordio Tu Sei Musica.
La definirei un’artista a tutto tondo; non è solo una scrittrice, lei è anche una grande lavoratrice, fotografa, pittrice e pure poetessa e questo romanzo è un esempio eclatante e la rappresenta in tutte le sue sfaccettature.
Ma cerchiamo di capire insieme chi è davvero:

Hai voglia di raccontarmi un po’ di te? Della donna che sei, cosa fai e come imposti le tue giornate?

Sono una persona semplice e complessa allo stesso tempo. In me la dualità del segno zodiacale dei pesci è molto marcata. Svolgo un lavoro che amo e mi soddisfa nell’ambito fiscale, basato su leggi, dove la serietà e la concentrazione sono fondamentali. Ma al di fuori della sfera è come se camminassi a qualche centimetro da terra, sempre con la testa immersa nei sogni, nelle mie fantasie. Spesso mi immagino dei veri e propri “film” sentendone le emozioni come se le assaporassi, dandogli poi vita mediante la scrittura e la pittura. Attraverso queste forme d’arte esprimo la mia personalità.

Come è nata l’idea del libro? Cosa ti ha ispirato?

Ho scritto Tu sei Musica tra il 2012 e il 2013. È iniziato come un racconto, un’idea romantica dell’incontro tra una ragazza e un ragazzo iniziata su internet, però mano a mano che scrivevo le idee fluivano di continuo arricchendola di personaggi. Si creava da sola, come fosse magia. Scrivevo quando potevo: di sera, finiti i lavori di casa.  Quando tornavo in treno dal lavoro. Di notte, quando mi svegliavo e un’idea veniva subito alla mente. Mentre viaggiavo in motorino, mi fermavo a bordo strada e mi registravo sul cellulare. 
È stato come vivere in una realtà parallela, sentivo le emozioni dei protagonisti; mi elettrizzavo quando accadeva qualcosa di bello e provavo la sofferenza per qualche fatto triste. Come dice Vasco Rossi nella canzone Una canzone per te “Le mie canzoni nascono da sole, vengono fuori già con le parole…” così ho vissuto la creazione di Tu sei Musica.

Estratto del libro

Panesi Edizioni è stata la tua prima casa editrice a darti fiducia? 

Devo ritenermi fortunata perché la  Panesi Edizioni  è stata la prima e unica casa editrice a cui ho spedito il romanzo e mi ha risposto positivamente. Però non l’ho fatto subito, appena terminato, poiché la mia insicurezza me l’ha fatto mettere da parte. Ogni tanto lo riprendevo per rileggerlo e mi emozionavo, ma rimaneva nel fatidico cassetto dei sogni. Dopo cinque anni di ripensamenti una mattina mi sono svegliata piena di coraggio e l’ho spedito alla Panesi Edizioni . Con mani tremanti ho inviato la mia proposta. Quando ho ricevuto la risposta di Annalisa, da me ribattezzata “Realizzatrice di sogni” ho pianto dall’emozione..

READ  Intervista a Elia Cristofoli

Il tuo libro rappresenta un po’ di te, del tuo modo creativo che di certo ti appartiene. Me lo confermi?

In questo libro c’è riflessa la mia anima, ho messo tutto quello che amo: la pittura, la poesia, la fotografia e la musica. Anche i personaggi sono parte di me e della mia vita.  Alaska, la protagonista, la amo tantissimo, la sento come una figlia.  È la mia creazione, una parte di me vive in lei. Chi mi conosce personalmente mi identifica in lei, anche perché è più facile scrivere quello di cui si conosce, quindi è vero che qualche spunto l’ho preso da me, ma in verità l’ho vista e descritta inventandomela,  come se fosse una persona  che amo e che mi è molto vicina.
Io mi sono descritta e ho vissuto in prima persona  Simona, la madre del personaggio principale del mio romanzo, che è un po’ pazzerella, fotografa e rock, insieme a Fabrizio, il padre sempre della protagonista, che rispecchia un po’ il temperamento di mio marito.
Alcuni personaggi e la loro storia sono completamente inventati, per esempio Carlo, Daniel, Xavier, e altri.  Ad alcuni ho solo dato il nome e qualche descrizione fisica delle persone che amo e che fanno parte della mia vita, come le amiche di Alaska, però continuando ad essere solo dei personaggi inventati che vivevano le loro vicende senza attingere alla vita reale. É solo un mio modo per dire ‘Vi amo e farete parte di questo mio grande sogno. É un inno alla loro presenza nella mia vita. Sono personaggi con vicissitudini completamente inventati; ho preso spunto meramente per la stesura del romanzo. 
Una persona invece, anch’esso menzionato nel mio scritto è reale, come per esempio Pasquale Benedetti, il driver, guida turistica di Polignano a Mare. Io e mio marito l’abbiamo conosciuto quando ci siamo stati in vacanza. Un “cicerone” a tutti gli effetti; la sua simpatia e professionalità  sono state talmente grandi da rimanermi nella mente e mentre scrivevo il romanzo è stato piacevole inserirlo. E per finire , mia sorella Sonia Bianchera, che di professione è veramente una pittrice e ha scritto libri sulle creature magiche. La sua ultima e stupenda creazione si intitola “Le Fiabe degli elfi” che consiglio a tutti.

Ho visto che hai vinto Il Premio Internazionale Artista dell’anno Cristoforo Colombo, dove tra l’altro hanno visto protagonisti molti personaggi famosi… che emozione è stata? Cosa hai provato?

READ  Matrimonio sotto zero

È stata una giornata fantastica. Sono stata contattata dal presidente Dott. Stefano Tomà che ha organizzato questo avvenimento. Ha visto pubblicate le mie foto e mi ha selezionato per ricevere la nomination nell’ambito della fotografia. All’evento c’erano cantanti, attori, registi, scrittori, fotografi, conduttori e artisti di diversi settori, per me è stato un grande onore farne parte, poi ricevere il premio è stato veramente emozionante.    

Premiazione Menerva
Premio Internazinale
Premio Menerva

Non ho potuto notare che sui tuoi social, hai avuto un incontro ravvicinato con il mitico “Renato Zero”. Hai voglia di raccontarci l’esperienza che hai vissuto?

Il cantante ritratto nelle foto è un grande artista, conosciuto all’evento sopra citato in cui ho ricevuto il premio Menerva per il romanzo Tu sei Musica, si chiama Stefal Damiani, cantante e compositore, conosciuto come sosia ufficiale di Renato Zero. Vincitore sosia di Goth Talent e sosia in The World Roma, sezione cantanti,  e premiato da Mogol nella finale canora vinta.  Ho assistito al suo concerto ed è stato un bellissimo incontro. È un grande cantante e ha presentato anche le sue canzoni che sono molto coinvolgenti ed emozionanti. Colgo l’occasione per rendere ufficiale la notizia che, con mio grande onore, Stefal inciderà la canzone Tu sei Musica, canzone per il romanzo. Restate sintonizzati sugli aggiornamenti del romanzo. L’unione dell’arte da vita a nuove emozioni.  

Stefal Daminani con il libro in mano Tu Sei Musica

A quali lettori consiglieresti il tuo libro e perché?

È una lettura adatta ad ogni età. Un romanzo d’amore, vissuto sotto ogni sua forma. L’amore e l’unione della famiglia, sono un valore inestimabile. Quello dell’amicizia, che quando è forte e vera fa affrontare e superare ogni tempesta. L’amore per le proprie idee e i propri sogni, che da la forza per lottare per realizzarli, ma c’è anche l’amore esasperato, l’amore che ferisce, che spezza. Come la scelta di una singola persona possa cambiare la vita di tante altre e l’importanza di capire, di cercare la sorgente degli errori che possiamo commettere, fino ad arrivare al sentimento più puro, ovvero il perdono.

La musica amplifica le emozioni che provano i protagonisti. Alaska e Daniel sono io, siamo noi, sei tu. È  ogni persona che vuole vivere l’amore, la forza più immensa e trascinante dell’universo. 

Ha una vera e propria colonna sonora: 31 brani di cantanti e gruppi legati alle emozioni dei personaggi. Per me la musica è linfa vitale, un’emozione danzante. 

Gli amanti del kindle avranno una bella sorpresa: cliccando sul titolo della canzone si accede direttamente al brano, in maniera da ascoltare in diretta le canzoni scelte per le sensazioni che vivono i personaggi, ma non solo, anche su Spotify è stata caricata la colonna sonora, ve la lascio qui sotto in modo che tutti possono vivere le loro emozioni ma soprattutto le vostre:

https://open.spotify.com/playlist/2uhb2FtjdSKwUrqNif7dEA?si=7ySRn8vXSjSxq54ykT_AlA

Per terminare Simona, per colmare più una mia curiosità, ma spero anche quella dei nostri lettori, il tuo libro preferito che ti è rimasto nel cuore e perché?

Questa è una domanda difficile, poiché amo tantissimi libri. Ognuno mi ha donato qualcosa lasciando in me traccia della storia e dei messaggi che hanno trasmesso. Dovendo sceglierne uno in particolare direi Il Barone rampante di Italo Calvino perché è stato il libro che mi ha aperto la porta a questo meraviglioso mondo. 

Qui sotto troverete le magliette disponibili da acquistare con o senza il romanzo Tu Sei Musica.
Cliccate sulle foto qui in basso👇per contattare direttamente Simona Bianchera su Instagram.

…oppure su Facebook 👇👇👇

Curiosità

Simona da poco ha inserito nel suo canale YouTube alcune sfaccettature del suo romanzo. Sopratutto le ambientazioni dove vivono i suoi personaggi. 👉

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.